La gestalt a scuola [parte 9/10]


La leadership secondo la Gestalt Psicosociale

In lettereratura si trovano diverse classificazioni relative alle tipologie di leadership. Ad esempio si parla di:

  • Leadership direttiva:il leader si assume grande responsabilità nell'organizzazione, formazione e riunione del gruppo, nell'identificazione degli obiettivi e nel far circolare idee ed emozioni
  • Leadership permissiva: il leader è non-direttivo e parte dall'idea che, se lo scopo è chiaro ed accettabile, i membri del gruppo possono raggiungere i loro obiettivi. Il leader non rinuncia alla sua attività ma lascia che siano il gruppo ed i suoi membri a stabilire le strategie da adottare ed in che modo lavorare sul comportamento
  • Leadership facilitatrice: il leader si vede come membro del gruppo che in più ha esperienza, riveste un ruolo ed ha una funzione diversa da quella degli altri membri. Attribuisce al gruppo ed ai suoi membri una maggiore responsabilità per quanto riguarda i processi di gruppo ed il conseguimento di obiettivi, cerca di agire da sostegno, di essere incoraggiante e coinvolto
  • Leadership flessibile: il leader adatta la sua posizione ed il suo comportamento in relazione alle sue valutazioni sul funzionamento del gruppo, le necessità dei partecipanti e l'obiettivo e si avvale di uno degli altri tre stili di leadership se e quando gli sembra opportuno

Altri autori parlano di leadership lasseiz-faer, o di leadership democratica e leadership situazionale

La leadership secondo la gestalt psicosociale è, si, una “leadership flessibile” oppure una leadership situazionale che fa riferimento alla capacità di adottare ora uno stile ora un'altro in relazione alla contingenza del momento....ma la lettura che la nostra scuola propone a proposito dei modelli di leadership è caratterizzata da elementi particolari....

Le caratteristiche tipiche del modello della leadership elaborato dalla nostra scuola sono:

  • gestione del rapporto figura/sfondo del formatore rispetto al gruppo
  • resilienza.....
  • assertività.....
  • consapevolezza di sé......
  • gestione delle emozioni.....
  • conoscenza delle fasi di sviluppo del gruppo.....
  • conoscenza delle dinamiche di gruppo.....
  • capacità di gestire il “”qui ed ora”.....
  • comunicazione responsabile....
  • comunicazione descrittiva.....
  • “eroismo”.....
  • conoscenza delle proprie modalità di interruzione del contatto,
  • utilizzo dei livelli dell'esperienza....
  • lettura delle modalità di soddisfacimento dei propri bisogni attraverso la griglie del ciclo di contatto
  • lettura delle fasi di formazione dei gruppi con la griglia del ciclo di relazione....
  • ciclo di esplorazione....
  • capacità di osservazione fenomenologica....

 

Le mie caratteristiche di Formatore della Gestalt Psicosociale *

  • Quali sono le mie caratteristiche di leader (flessibile, autoritario, democratico...)?
  • Quali conoscenze della psicologia della gestalt sono utili in aula?
  • Quali contenuti ho veicolato?
  • Quali strumenti ho utilizzato?
  • Quali competenze del metodo della gestalt psicosociale utilizzo?
  • Quali livelli di esperienza utilizzo più spesso? E quali trascuro?
  • Ho utilizzato un linguaggio chiaro e comprensibile?
  • La lezione si è svolta senza perdita di tempo ed in maniera mirata?
  • Tutti i membri si sentono accolti, rispettati e liberi di esprimersi? Come lo so?
  • Che clima si è instaurato in aula?
  • I membri del gruppo hanno partecipato attivamente?
  • I membri del gruppo hanno collaborato reciprocamente?
  • Cosa penso di dover migliorare?

* Check list per l'autovalutazione del conduttore


 

Potrebbero interessarti ...