PDF | Stampa | E-mail

IL CORPO SI FA PAROLA. Stati dell’Io-Sé ed espressione cinestetica

Inviato da Nuccio Salis

corpo

Il concetto guida che intendo sviluppare in questo articolo riguarda l’importanza di recuperare e rimettere al centro la prima forma di conoscenza in assoluto, che l’essere umano conosce durante la sua crescita, ovvero l’esperienza in riferimento all’uso del corpo che si fa mezzo e strumento di apprendimento totale. In altre parole, il corpo rappresenta fondamentalmente il primo serbatoio che raccoglie tutti i dati di senso e che dunque si interfaccia col mondo. Esso è cioè una sorta di barriera/confine, in grado di assorbire una moltitudine parecchio estesa di informazioni dall’esterno, la cui regolazione è affidata all’intero impianto funzionale del sistema nervoso centrale che ne regola il flusso e gli stati di attivazione. In pratica, tale processo consiste nel tarare con raffinata efficienza i livelli di registrazione, controllo e risposta da parte dell’organismo, in modo che sia al tempo stesso sia sufficientemente protetto da una intensa mole di dati in ingresso, sia aperto quanto basta per consentire l’interazione e gli scambi con ogni fonte di stimoli. In pratica, la sua caratteristica deve basarsi su un rapporto ottimale fra rigidità e flessibilità selettiva ed appropriata, al servizio dell’omeostasi.

Leggi tutto...

   

PDF | Stampa | E-mail

“I Principali modelli di riferimento della Mediazione Familiare”


mediazione familiare

Introduzione

            La mediazione familiare è un percorso per la riorganizzazione delle relazioni familiari, è un tracciato in cui la coppia “accompagnata” da un terzo neutrale, il Mediatore, nell’ambito della propria autonomia e autodeterminazione ristabilisce la comunicazione e riesce a trovare solidi accordi accettati da entrambi per riorganizzare la relazione familiare ed essere titolari entrambi della responsabilità genitoriale

Leggi tutto...