Counseling: La riflessione e l'attenzione


condividere

Da alcuni mesi Lidia si stava preparando per partire destinazione America dove l’aspettava suo fratello. Aveva rifatto varie volte il bagaglio indecisa su quello che doveva portare. L’incertezza del momento e l’emozione, le stavano giocando brutti scherzi ed entrambe le cose contribuivano a metterla in maggior misura in confusione. Arrivato il mattino della partenza,  prese un taxi per farsi condurre all’areoporto,dove giunse con notevole anticipo. Giacché avrebbe dovuto aspettare per molto tempo,decise di comperare un libro ed anche un pacchetto di biscotti e si diresse nella sala d’attesa per stare piu’ serena. Vicino a lei c’era una sedia con i biscotti e dall’altra parte ,un signore intento a leggersi un giornale.

 

Lidia si guardo’ un po’ attorno,infine dopo averlo estratto dalla borsa,apri’ il libro nell’intento di leggerlo,allungo’ la mano per prendere un biscotto,ma contemporaneamente anche l’uomo accanto ne prese uno,lei si senti’ sdegnata ma non disse nulla e continuo’ a leggere il suo libro. Cosi’ ogni volta che lei prendeva un biscotto,il signore accanto a lei,senza scomporsi allungava la mano prendendone uno anche lui…proseguirono cosi’ finche’ non rimase che un solo biscotto e Lidia penso’”adesso voglio proprio vedere cosa mi dice quando saranno finiti tutti!” Il signore sempre senza distogliere lo sguardo dal suo giornale,prese l’ultimo biscotto e lo spezzo’ in due prendendo la sua meta’. “Questo e’ troppo “penso’e comincio’ a sbuffare indignata,prese le sue cose,il libro e la borsa e si diresse verso l’uscita della sala d’attesa.

 

Quando si senti’ un po’ meglio e la collera era un po’ svanita,si sedette su di una sedia lungo il corridoio per evitare altri spiacevoli incontri. Chiuse il libro ed apri’ la borsa per infilarlo dentro ma con grande sorpresa s’accorse che il pacchetto di biscotti era ancora li’ tutto intero nel suo interno. Provo’ un immenso senso di vergogna capendo che quel pacchetto di biscotti simile al suo era di quel signore seduto accanto a lei che pero’ aveva diviso i suoi biscotti con lei senza sentirsi indignato,nervoso o superiore,al contrario di lei che aveva sbuffato e addirittura sentita ferita nell’orgoglio.   Il punto d'arrivo e’ evidente. Quante volte nella nostra vita abbiamo mangiato e mangeremo i biscotti di un altra persona senza saperlo….Per questa ragione prima di arrivare ad un giudizio affrettato e prima di pensare male di una persona,guardiamo con piu’ attenzione le cose,riflettendoci a lungo,perche’ molto spesso le situazioni non sono proprio come appaiono.

 

Per ulteriori informazioni, clicca sulla mia foto in alto a destra di questo articolo e vai nella sezione Curriculum,Contatti e Annunci A presto Dr. Alloggio A. A.

Potrebbero interessarti ...